Tu probabilmente non hai le risposte a tutto… ma Google sì!

Chi più, chi meno ma lo facciamo tutti: abbiamo un dubbio e andiamo su Google, ci serve una ricetta e consultiamo il motore di ricerca, vogliamo acquistare un prodotto e il passaggio è sempre lo stesso.

Ecco perché, a prescindere da quale sia il tuo business, può essere una buona idea investire nella pubblicità sul motore di ricerca più utilizzato al mondo: vediamo quindi nelle prossime righe cos’è Google Ads e come funziona. 

Google Ads nel dettaglio

La pubblicità è cambiata tanto nel corso degli ultimi anni e Google non si è fatto trovare impreparato a questa colossale novità creando un suo sistema pubblicitario (Google Ads appunto) che permette di creare annunci e inserzioni che compaiano tra i primi risultati di ricerca oppure su spazi appositi in altri siti web. 

Il momento in cui una persona cerca un prodotto o un servizio su Google è il momento in cui ne ha bisogno: apparire tra i primi risultati significa quindi dare una risposta immediata alle necessità dell’utente e maggiori probabilità di essere scelti tra i numerosi risultati… ammettiamolo, molto raramente si arriva alla seconda pagina!

Anche tramite la SEO e la local SEO è possibile comparire tra i primi risultati, ma è un processo lungo e complesso, da fare comunque: la ricerca organica e quella a pagamento non vanno in conflitto. 

Dopo aver capito cos’è Google Ads vediamo i vantaggi di utilizzarlo e come funziona.

In primo luogo è uno strumento che si adatta alla perfezione alle tue esigenze: puoi infatti stabilire tu in anticipo quanto spendere ogni mese, quando fare pubblicità (decidendo orari, giorni e quando bloccare le campagne) e a chi mostrare le inserzioni. 

La base da cui partire per sponsorizzare su Google sono le parole chiave: gli inserzionisti fanno un’offerta per una determinata keyword e in questo modo il loro annuncio appare tra i risultati quando gli utenti cercano quel termine o quella frase. Il pagamento avviene sulla base dei click che vengono effettuati sull’annuncio.  

Google Ads: le campagne 

Ora vediamo quali tipologie di campagna Google Ads esistono. 

Le campagne si differenziano sulla base dell’obiettivo che l’inserzionista vuole raggiungere: 

  • quando hai come obiettivo la lead generation e vuoi comparire tra i risultati a pagamento devi effettuare una campagna Rete di ricerca;
  • quando stai costruendo la tua brand awareness oppure vuoi arrivare a utenti che ancora non conoscono la tua azienda devi optare per una campagna Rete Display. In questo modo le tue inserzioni compaiono su altri siti web selezionati (sulla base di parole chiave, argomenti oppure interessi del target a cui ti rivolgi); 
  • la vendita è il tuo obiettivo? Quello che fa per te è una campagna Shopping. Questo strumento ti permette di caricare prodotti nel Merchant Center e farli comparire tra i risultati di ricerca, corredati da immagine e descrizione (come in un catalogo). 

Tutti possono fare una campagna Google Ads?

Fare una campagna Google Ads non è difficile, anzi! 

Allora perché esistono professionisti come gli advertiser? Perché la parte difficile è fare una campagna efficace e che funzioni. 

Per capire se la tua sponsorizzata sta andando bene devi, ovviamente, analizzare i dati e tenere sotto controllo i KPI. Alcuni di questi sono comuni a tutte le attività, vediamo quali sono: 

  • impressione → misura le visualizzazioni e quindi si ottiene una impressione ogni volta che l’annuncio viene visualizzato; 
  •  CTR → è il rapporto tra quante volte l’annuncio viene visualizzato e quante cliccato (se è elevato significa che è interessante per gli utenti, se invece le visualizzazioni sono alte e i click bassi c’è qualcosa da cambiare);
  • tasso di conversione → misura quante persone, dopo aver cliccato sull’annuncio, diventano tuoi potenziali clienti. La conversione è infatti un’azione importante che l’utente compie sul sito (lascia i suoi contatti o acquista un prodotto, comunque non si limita a visualizzare passivamente la pagina); 
  • costo per conversione → quanto è costata quella importante azione da parte del cliente? È importante saperlo per stabilire se continuare con quella campagna: se il tuo prodotto costa 20 euro ma ne hai investiti 50 su Google Ads probabilmente qualcosa non va!

Per far sì che una campagna Google Ads funzioni è necessario che sia impostata nella maniera giusta, con le keyword in target con la tua nicchia (bisogna anche tenere conto della concorrenza per quella parola chiave) e, ovviamente, con un annuncio ben scritto.  

Le cose da dire su Google Ads sono tantissime, ma per ora ci fermiamo qui! 

Se hai trovato l’articolo interessante non perderti il prossimo in cui approfondiremo il funzionamento “ad asta” di Google.

Se invece vuoi una campagna personalizzata scopri le nostre soluzioni di web marketing e contattaci